Per gli offerenti

Di seguito rappresentiamo le  modalità per la selezione delle offerte da presentare sul portale.

Startfunding S.r.l. (di seguito la Società) fa presente  che l’ammissione e la pubblicazione delle offerte sul Portale è soggetta alla procedura di selezione stabilita dalla Società che, a sua esclusiva discrezione, valuta le start up innovative / PMI (di seguito offerente ) ne accerta i requisiti stabiliti dalla Legge e dai regolamenti applicabili, in base alla documentazione prodotta dall’offerente  e consegnata alla Società.

In particolare, l’attività di istruttoria da parte dei Comitati Start Up/PMI si articola in due macro fasi:

  • la fase di verifica formale - relativa al soggetto offerente e ai suoi organi di riferimento;
  • la fase di valutazione economica finanziaria - relativa all’idea progettuale.

Con riferimento alla fase di verifica formale essa costa delle seguenti fasi:

  • Acquisizione documenti:
    • Atto costitutivo e statuto;
    • Visura aggiornata CCIAA o altra documentazione comprovante l’iscrizione presso l’apposita sezione speciale del Registro imprese prevista per le Start-up innovative o le PMI innovative;
    • Indicazione del collegamento ipertestuale al sito internet della società;
    • Curriculum vitae degli amministratori della società;
    • Relazione illustrativa dell’attività svolta dalla società, del progetto imprenditoriale che intende finanziare con i fondi raccolti tramite il portale e del relativo business plan;
    • Verbali contenenti le deliberazioni degli organi sociali competenti all’emissione degli strumenti finanziari, laddove assunte, da cui risultino la tipologia, le caratteristiche, i diritti connessi ed il prezzo unitario degli stessi, la quota minima di sottoscrizione, la natura irrevocabile dell'offerta, il suo corrispettivo totale e le eventuali condizioni cui l'efficacia della stessa soggiace;
    • Durata del periodo di offerta, che non può comunque eccedere sei mesi;
    • Indicazione se l’offerta è riservata esclusivamente ai c.d. investitori professionali;
    • Ulteriori più specifiche informazioni eventualmente richieste della Società in relazione alle caratteristiche della società o dell’attività dalla medesima svolta ovvero del relativo progetto imprenditoriale;
    • Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali (amministratori, soci con partecipazioni qualificate, e soggetti che hanno la direzione e controllo della società):
      • Soggetti italiani o aventi cittadinanza in uno Stato dell'UE:
        • certificato generale del casellario giudiziale;
        • certificato dei carichi pendenti;
        • certificato del registro delle imprese recante la dicitura antimafia rilasciato dalla Camera di Commercio, industria e artigianato, ovvero certificato della Prefettura attestante l'insussistenza delle misure di prevenzione di cui all'articolo 10, L. 575/65 e successive modifiche e integrazioni;
        • dichiarazione sostitutiva del soggetto interessato dalla quale risulta che lo stesso non ha riportato in Stati esteri condanne penali o altri provvedimenti sanzionatori per fattispecie corrispondenti a quelle che comporterebbero, secondo la normativa italiana, la perdita dei requisiti di onorabilità ovvero dalla quale risultano le condanne penali e/o provvedimenti sanzionatori riportati in Stati esteri.
      • Soggetti extracomunitari non autorizzati a soggiornare in Italia:
        • Certificazione rilasciata dalla competente autorità dello Stato di residenza dalla quale risulta che il soggetto interessato non è stato destinatario di provvedimenti corrispondenti a quelli che comporterebbero la perdita dei requisiti di onorabilità previsti – ai sensi dell’art. 114 – novies, comma 1, lett. e) e dall’art. 114- quinquies, comma 1, lettera e), rispettivamente per gli istituti di pagamento e per gli istituti di moneta elettronica – dall’art. 26, comma 1 del TUB e determinati con decreto del Ministro del Tesoro del 18 marzo 1998, n. 161. Qualora l'ordinamento dello Stato di residenza non preveda il rilascio dei certificati di cui si tratta, ciascun interessato deve produrre una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445;
        • dichiarazione nella quale il soggetto interessato attesta di non essere stato destinatario in Stati diversi da quello di residenza di provvedimenti corrispondenti a quelli che comporterebbero la perdita dei requisiti di onorabilità previsti – ai sensi dell’art. 114 – novies, comma 1, lett. e) e dall’art. 114-quinquies, comma 1, lettera e), rispettivamente per gli istituti di pagamento e per gli istituti di moneta elettronica – dall’art. 26, comma 1 del TUB e determinati con decreto del Ministro del tesoro 18 marzo 1998, n. 161.
      • Soggetti extracomunitari autorizzati a soggiornare in Italia:
        • La documentazione sub i);
        • la documentazione sub ii a) In tali casi la certificazione è rilasciata dalla competente autorità dello Stato di cittadinanza.
  • Verifica dello statuto e atto costitutivo della società offerente e verifica che siano conformi alla disciplina sull'equity crowdfunding attraverso:
    • La verifica che l’offerente  si qualifichi come una startup/ PMI innovativa ai sensi del Decreto 179;
    • La Verifica della presenza nello statuto della previsione esplicita che in deroga a quanto previsto dal codice civile, le quote di partecipazione al capitale sociale possono costituire oggetto di offerta al pubblico di prodotti/strumenti finanziari, anche attraverso i portali on-line di equity crowdfunding). E’ altresì necessario che preveda la presenza di quanto disposto dall’art.24 del Regolamento ovvero esse rilascino una dichiarazione in base alla quale si impegnino a modificare, prima della pubblicazione dell’Offerta sul Portale, lo statuto o l’atto costitutivo in senso conforme alla suddetta norma;
    • La verifica che l’Offerta abbia le caratteristiche di cui all’articolo 2, comma 1, lettere g) ed h), del Regolamento;
    • La verifica che l’attività svolta dalla Start-up innovativa e dalla PMI innovativa e il loro progetto imprenditoriale non presentino contenuti offensivi della dignità delle persone, del comune senso del pudore o dell’etica pubblica e non comprendano attività o iniziative che, pur di per sé lecite, riguardino la produzione o l’impiego di armi o di altri mezzi di offesa alla salute o alla dignità delle persone.

La fase di valutazione economica finanziaria riguarda la valutazione del progetto imprenditoriale. Tale fase è’ finalizzata a verificare se l’Offerente sia pronto ad essere immesso sul mercato e consiste nello specifico:

  • nella valutazione di merito della documentazione presentata;
  • nel colloquio motivazionale con il referente operativo del progetto imprenditoriale.

La valutazione di merito verrà eseguita tenendo conto dei seguenti aspetti per i quali si assegnerà un punteggio attribuito sulla base di specifici criteri di valutazione:

  • team e organizzazione;
  • mercato e strategie;
  • sostenibilità tecnico-economica.

Di seguito si riportano tali criteri di valutazione:

  • Adeguatezza e coerenza delle competenze e delle esperienze possedute dai soci rispetto alla specifica attività prevista dal progetto imprenditoriale (competenze, composizione ed esperienze del team).
    • Coerenza delle competenze ed esperienze dei soci, rapportate alla dimensione e complessità del progetto imprenditoriale proposto.
      • Esperienze e competenze non sufficienti (domanda non ammissibile)
      • Esperienze e competenze sufficienti (4 punti)
      • Esperienze e competenze buone (8 punti)

Punteggio max: 8 punti.

  • Potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell’iniziativa e relative strategie di marketing.
    • Grado di approfondimento dell’analisi di mercato.
      • Analisi superficiale (0 punti)
      • Analsi sufficientemente dettagliata (1 punto)
      • Analisi esaustiva (2 punti)
    • Coerenza ed efficacia delle strategie previste in funzione del prodotto/servizio offerto e dell’analisi di mercato proposta.
      • Strategie deboli (0 punti)
      • Strategie parzialmente appropriate e/o tendenzialmente coerenti (1 punto)
      • Strategie efficaci e coerenti (2 punti)

Punteggio max: 4 punti.

  • Sostenibilità tecnico-economica dell’iniziativa, con particolare riferimento all’equilibrio economico e alla pertinenza e coerenza del programma di spesa.
    • Composizione interna delle spese.
      • Il piano degli investimenti non è equilibrato e/o coerente con il processo produttivo/di erogazione del servizio (domanda non ammissibile)
      • Il piano degli investimenti è equilibrato e/o coerente con il processo produttivo/di erogazione del servizio (2 punti)
    •  Coerenza tecnica dell’organizzazione proposta in funzione del processo produttivo/di erogazione del servizio e del suo programma di crescita.
      • L’organizzazione proposta non è tecnicamente coerente con il processo produttivo/di erogazione del servizio e al suo programma di crescita (domanda non ammissibile)
      • L’organizzazione proposta dal punto di vista tecnico, è parzialmente coerente con il processo produttivo/di erogazione del servizio e al suo programma di crescita (1 punto)
      • L’organizzazione proposta è tecnicamente coerente con il processo produttivo/di erogazione del servizio e al suo programma di crescita (2 punti)
    • Coerenza e credibilità delle previsioni economiche fornite in relazione a:
      - Convenienza economica intesa quale capacità del Progetto di: creare valore e generare un livello di redditività per il capitale investito adeguato rispetto alle aspettative dell’investitore (Equity-Debt);
      - Sostenibilità finanziaria intesa quale capacità del Progetto di generare flussi monetari (Cash flow operativi) sufficienti a garantire il rimborso dei finanziamenti attivati e una adeguata remunerazione dei mezzi propri investiti (Cash flow degli azionisti) nella realizzazione e nella gestione.
    • Le previsioni economiche fornite non sono coerenti/credibili (domanda non ammissibile)
    • Le previsioni economiche fornite, anche in funzione delle rate di finanziamento da restituire, risultano tendenzialmente coerenti e credibili (1 punto)
    • Le previsioni economiche fornite, anche in funzione delle rate di finanziamento da restituire, risultano coerenti/credibili (2 punti)

Punteggio max: 6 punti.

  

Punteggio max conseguibile: 18 punti.
Punteggio min conseguibile: 10 punti.

 

Se l’Offerta supererà il punteggio di 10 punti, raggiungendo almeno 6 punti in ciascun criterio, accederà al colloquio motivazionale. Nel colloquio verrà valutata oltre alla capacità del referente di esporre in maniera chiara, semplice e completa il progetto imprenditoriale, quale rappresentato nella documentazione prodotta, anche la sua capacità di convincimento e persuasione, nonché la sua motivazione e ambizione imprenditoriale e gli verrà assegnato un punteggio da un minimo di 1 ad un massimo di 10 punti. Se il colloquio supererà il punteggio di 6/10 punti, l’Offerta verrà considerata meritevole di ammissione alla pubblicazione sul Portale online.

Di seguito si riportano tali criteri di valutazione:

  • Capacità di presidiare gli aspetti del processo tecnico produttivo e organizzativo.
    • Coerenza tra le competenze tecniche, complessivamente disponibili per l’iniziativa (soci, dipendenti e soggetti esterni) ed i ruoli attribuiti.
      • Competenze tecniche non sufficienti (domanda non ammissibile)
      • Competenze tecniche sufficienti (1 punto)
      • Competenze tecniche buone (2 punti)
    • Capacità del referente di esporre in maniera chiara, semplice e completa il progetto imprenditoriale, quale rappresentato nella documentazione prodotta, anche la sua capacità di convincimento e persuasione, nonché la sua motivazione e ambizione imprenditoriale.
      • Capacità di convincimento e persuasione, motivazione e ambizione imprenditoriale non sufficienti (domanda non ammissibile)
      • Capacità di convincimento e persuasione, motivazione e ambizione imprenditoriale sufficienti (1 punto)
      • Capacità di convincimento e persuasione, motivazione e ambizione imprenditoriale buone (2 punti)

Punteggio max: 4 punti.

A conclusione di tale fase (valutazione economica – finanziaria) sarà prodotto un report riassuntivo degli elementi e dei risultati qualificanti gli scenari di base individuati, da cui sia possibile evincere:

  • Scenari base completi di:
    • Struttura finanziaria ipotizzata;
    • Principali risultati economico-finanziari (livello dei ricavi, dei costi, degli investimenti, struttura delle fonti di finanziamento, indici di redditività e di bancabilità);
    • Le principali motivazioni che comportano la determinazione degli scenari base, tenuto conto di:
      • Analisi dei rischi;
      • Analisi di sensitività;
      • Capacità di massimizzare l’apporto di risorse private.

In caso di mancanza o carenza della documentazione e delle informazioni prodotte dall’Offerente di cui sopra, la Società richiederà, senza indugio, la necessità della loro integrazione, concedendo un periodo di tempo per provvedervi, decorso inutilmente il quale non potrà dare corso alla richiesta di pubblicazione dell’Offerta.

Al termine, essi emetteranno una votazione e relativa valutazione, e solo in caso di esito positivo il progetto potrà passare all'ultima fase.

La graduatoria dei punteggi ottenuti da ciascuna Offerta verrà approvata con atto del Comitato che produrrà un rapporto scritto contenente valutazione e relativa motivazione, che verrà comunicata al C.d.A della Società.

A completamento delle due fasi sopra indicate, spetta al C.d.A. della Società a maggioranza, sulla base del loro insindacabile giudizio, quindi a prescindere dall'esito positivo della precedente fase, esprimere un giudizio sull’ammissibilità del Progetto alla pubblicazione sul Portale.

Per far ciò, il C.d.A. prenderà in considerazione oltre a quanto indicato dal Comitato proponente, altri fattori quali per esempio: la coerenza della tipologia di Offerta con le strategie aziendali perseguite dalla Società in un determinato periodo e le esigenze operative ed organizzative della Società. Il giudizio ottenuto, con relativa motivazione, verrà comunicato al referente operativo dell’Offerente per il tramite della società.

Si evidenzia che la mancata pubblicazione di un’Offerta, per non aver superato il giudizio del C.d.A., non è da intendersi come una valutazione negativa delle potenzialità del progetto imprenditoriale, pertanto non preclude la possibilità di ripresentare successivamente la medesima Offerta ed ottenerne la pubblicazione.

Superata positivamente la sopra esposta procedura di selezione, per poter procedere alla pubblicazione dell’Offerta sul Portale, è infine richiesto all’Offerente di concludere un contratto per l’apertura di un conto corrente ad essa destinato, indisponibile e vincolato alla raccolta di capitali di rischio presso la Banca Partner (Banca Sella o altro intermediario  all’uopo indicato) che possa curare il perfezionamento degli ordini. Prima dell'avvio della Campagna di Finanziamento, all'Offerente sarà richiesta la firma di uno specifico contrattoche potrà prevedere una fee per il supporto nella preparazione del materiale e per la gestione della comunicazione associata alla raccolta In caso di esito positivo, al termine della Campagna di Finanziamento, la Società tratterrà una percentuale dal totale raccolto, definita precedentemente nel contratto sottoscritto tra l'Offerente e la Società. Le condizioni del rapporto sono riportate nel pro-forma di contratto riportato in Allegato 2.1. L’offerente sarà   avvertito  che nella propria area riservata è disponibile il contratto  per la sottoscrizione anche digitale . Le Parti si danno reciprocamente atto e convengono che l’ Offerente corrisponderà alla Società i seguenti corrispettivi:

  • Un compenso in misura fissa quale rimborso spese istruttoria nella misura di € 1.000,00 soggetto ad iva;
  • Un compenso in misura percentuale del  8% (oltre IVA) dovuto solo in caso di successo del progetto calcolato sull’ammontare raccolto.

Disposta l’ammissione alla pubblicazione dell’Offerta sul Portale, la Società si impegna nei confronti dell’Offerente a:

  • Esporre sul Portale, per tutta la durata del periodo di Offerta, nella sezione dedicata, l’Offerta degli strumenti finanziari dell’Offerente; 
  • Pubblicare sul Portale le informazioni relative all’Offerta di cui all’articolo 16, comma 1 del Regolamento; 
  • Mettere a disposizione degli Investitori, abilitati ad operare sul Portale ai sensi dell’articolo 15, comma 2 del Regolamento, un sistema che consenta agli stessi di aderire alle singole offerte;
  • Le informazioni indicate nell'Allegato 3 del Regolamento 18592/2013 ed i relativi aggiornamenti forniti dall'offerente, anche in caso di significative variazioni intervenute o errori materiali rilevati nel corso dell'Offerta, portando contestualmente ogni aggiornamento a conoscenza dei soggetti che hanno aderito all'Offerta;
  • Trasmettere senza indugio le suddette richieste di adesione alla Banca;
  • Svolgere tutte le attività necessarie a mettere gli Investitori in condizione di perfezionare gli ordini immessi sul Portale e di essere informati circa il relativo esito;
  • Gli elementi identificativi delle banche o delle imprese di investimento che curano il perfezionamento degli ordini nonché gli estremi identificativi del conto previsto dall'articolo 17, comma 6;
  • Le informazioni e le modalità di esercizio del diritto di revoca previsto dall'articolo 25, comma 2;
  • La periodicità e le modalità con cui verranno fornite le informazioni sullo stato delle adesioni, l'ammontare sottoscritto e il numero di aderenti;
  • Ove sia previsto, l'indicazione dell'eventuale regime alternativo di trasferimento delle quote rappresentative del capitale di start-up innovative e di PMI innovative costituite in forma di società a responsabilità limitata previsto dall'articolo 100-ter, comma 2-bis, del Testo Unico e le relative modalità per esercitare l'opzione di scelta del regime da applicare.

La società evidenzierà sul portale in modo visibile quanto segue:

Avvertenza generale sulle Offerte.
Le informazioni sull'Offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob.
L'Offerente è l'esclusivo responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiamerà  inoltre l'attenzione dell'investitore che l'investimento in strumenti finanziari emessi da start-up innovative è illiquido e connotato da un rischio molto alto.

Avvertenza sul ‘Documento Informativo per l’investitore.
Sarà presente nell'apposita sezione dedicata alle Offerte in corso del Portale e sarà possibile consultare e scaricare il “Documento Informativo” relativo alle Offerte di strumenti finanziari delle Startup che hanno avviato una campagna di raccolta di capitali on line tramite l'istituto dell'equity crowdfunding 

Il “Documento Informativo per l'investitore ” è redatto in conformità alle prescrizioni dell'ALLEGATO 3 del Regolamento CONSOB 18592/2013, e comprende le seguenti informazioni:

  • Condizioni generali dell'Offerta, ivi inclusa l'indicazione dei destinatari, di eventuali clausole di efficacia e di revocabilità delle adesioni;
  • Informazioni sulla quota eventualmente già sottoscritta da parte degli investitori professionali o delle altre categorie di investitori previste dall'articolo 24, con indicazione della relativa identità di questi ultimi;
  • Indicazione di eventuali costi o commissioni posti a carico dell'investitore, ivi incluse le eventuali spese per la successiva trasmissione degli ordini a banche e imprese di investimento;
  • Indicazione di ogni corrispettivo, spesa o onere gravante sul sottoscrittore in relazione all'eventuale regime alternativo di trasferimento delle quote previsto dall'art. 100-ter, comma 2-bis, del TUF;
  • Descrizione delle modalità di calcolo della quota riservata agli investitori professionali o alle altre categorie di investitori previste dall'articolo 24, nonché delle modalità e della tempistica di pubblicazione delle informazioni sullo stato delle adesioni all'Offerta;
  • Indicazione delle banche e delle imprese di investimento cui saranno trasmessi gli ordini di sottoscrizione degli strumenti finanziari oggetto dell'Offerta e descrizione delle modalità e della tempistica per l'esecuzione dei medesimi, nonché della sussistenza di eventuali conflitti di interesse in capo a tali banche e imprese di investimento;
  • Informazioni in merito al conto indisponibile acceso ai sensi dell'articolo 17, comma 6, alla data di effettivo addebito dei fondi sui conti dei sottoscrittori;
  • Informazioni in merito alle modalità di restituzione dei fondi nei casi di legittimo esercizio dei diritti di recesso o di revoca, nonché nel caso di mancato perfezionamento dell'Offerta;
  • Termini e condizioni per il pagamento e l'assegnazione/consegna degli strumenti finanziari sottoscritti;
  • Informazioni sui conflitti di interesse connessi all'Offerta, ivi inclusi quelli derivanti dai rapporti intercorrenti tra l'Offerente e il Gestore del Portale, coloro che ne detengono il controllo, i soggetti che svolgono funzioni di direzione, amministrazione e controllo nonché gli investitori professionali o le altre categorie di investitori previste dall'articolo 24, che hanno eventualmente già sottoscritto la quota degli strumenti finanziari ad essi riservata;
  • Informazioni sullo svolgimento da parte dell'Offerente di offerte aventi il medesimo oggetto su altri portali;
  • La legge applicabile e il foro competente;
  • La lingua o le lingue in cui sono comunicate le informazioni relative all'Offerta.

Si rispetterà quanto la stessa Consob, in chiusura dell’Allegato 3 al Regolamento 18592 suggerisce relativamente ai requisiti ‘qualitativi’ che devono essere seguiti nella stesura del Documento:
“Le informazioni sull'offerta  saranno predisposte in modo da essere  facilmente comprensibili da un investitore ragionevole e  saranno fornite attraverso l'utilizzo di un linguaggio non tecnico o gergale, chiaro, conciso, ricorrendo, laddove possibile, all'utilizzo di termini del linguaggio comune. Le informazioni sono altresì rappresentate in modo da consentire la comparabilità delle offerte svolte tramite il portale.

La presentazione e la struttura del documento sarà elaborata in modo da  agevolarne la lettura da parte degli investitori, anche attraverso la scrittura in caratteri di dimensione leggibile. Tale documento sarà di lunghezza non superiore a cinque pagine in formato A4. Qualora vengano usati colori o loghi caratteristici della società, essi non comprometteranno la comprensibilità delle informazioni nei casi in cui il documento contenente le informazioni relative all'offerta venga stampato o fotocopiato in bianco e nero.”

Per realizzare i suddetti impegni la Società utilizzerà la documentazione e le informazioni, con relativi aggiornamenti, forniti  dall’Offerente, che pertanto prende atto ed accetta di essere responsabile in via esclusiva della completezza e veridicità delle stesse.

In caso di sospetto inadempimento nel rispetto degli obblighi previsti a carico dell’Offerente nel presente documento, la Società si riserva la facoltà innanzitutto di sospendere tempestivamente l’Offerta e, in caso di accertamento della violazione, di revocare l’Offerta dal Portale. 

Alla scadenza del periodo d’offerta, se si è riusciti a raggiungere o a superare il budget di investimento richiesto, il progetto di finanziamento avrà raggiunto l’obiettivo e si conclude con un esito positivo. Se, invece, non raggiunge il budget richiesto il progetto non avrà raggiunto l’obiettivo del finanziamento.

Con riferimento a quanto disposto dall’ art. 13, comma 1-bis, del Regolamento, che al fine di evitare il sorgere conflitti di interesse connessi all'Offerta, ivi inclusi quelli derivanti dai rapporti intercorrenti tra l'Offerente e il Gestore del Portale, oltre a coloro che ne detengono il controllo, i soggetti che svolgono funzioni di direzione, amministrazione e controllo, (di seguito definiti “Soggetti Rilevanti”) e/o dalle persone a loro strettamente legate, nonché gli investitori professionali o le altre categorie di investitori previste dall'articolo 24, che hanno eventualmente già sottoscritto la quota degli strumenti finanziari ad essi riservata, si intende prevedere l’esplicito divieto di condurre sul proprio portale offerte aventi ad oggetto strumenti finanziari di propria emissione o emessi da soggetti appartenenti al gruppo innanzi individuato.

In relazione ai divieti di cui innanzi, pertanto la Società intende evitare di realizzare operazioni concernenti la creazione di strumenti finanziari sia direttamente di propria emissione, sia da parte dei soggetti che detengono il controllo o da parte di Soggetti Rilevanti e persone a loro legate come di seguito identificate. La società ha predisposto specifici presidi nel caso in cui le operazioni interessino i soggetti innanzi detti.

Soggetti Rilevanti si individuano in:

  • I componenti degli organi di Amministrazione e di controllo della Società;
  • I soggetti che svolgono funzioni di direzione nella Società e tutti coloro che abbiano regolare accesso a informazioni privilegiate e detengano il potere di adottare decisioni di gestione che possono incidere sull’evoluzione e sulle prospettive future della medesima;
  • Ulteriori soggetti individuati dalla normativa di tempo in tempo applicabile.

Persone strettamente legate ai Soggetti Rilevanti:

  • Il coniuge o un partner equiparato al coniuge (intendendosi inclusi il partner di unioni civili e il/la convivente di fatto), i figli a carico, i parenti e gli affini che abbiano condiviso la stessa abitazione da almeno un anno alla data dell’Operazione;
  • Le persone giuridiche, i trust o le società di persone le cui responsabilità di direzione siano rivestite da un Soggetto Rilevante;
  • Le persone giuridiche, i trust o le società di persone controllati direttamente o indirettamente da un Soggetto Rilevante;
  • Le persone giuridiche, i trust o le società di persone costituiti a beneficio di o i cui interessi economici siano sostanzialmente equivalenti agli interessi di un Soggetto Rilevante.

La Società pertanto allo scopo di ammettere l’offerta sul Portale richiederà  all’ offerente secondo quanto previsto al punto 5 del contratto allegato (Allegato 2.1):

  • Concludere presso una qualsiasi filiale della Banca Partner un contratto per l’apertura di (i) un conto corrente, indisponibile ai termini del Regolamento, vincolato all’offerta sul quale dovrà essere depositata la provvista necessaria al perfezionamento degli ordini di sottoscrizione o acquisto dei Titoli offerti sul Portale, (ii) un conto corrente ordinario;
  • Produrre, laddove non siano già stati trasmessi, i pertinenti atti previsti dai paragrafi 3.1, lettera b), e 3.2, lettera f).